Dal Devo al Voglio

Prima fila


Quando le giornate lavorative diventano solo un lungo elenco di obblighi e scadenze, è tempo di fermarsi e ragionare su se stessi, su dove siamo e chi vogliamo essere, come manager e come persone. Significa che è arrivato il momento di sperimentare un percorso di sviluppo che ci faccia ritrovare l’emozione e il piacere, senza aspettare che la nostra azienda lo faccia per noi.

 

Le aspettative di un percorso aziendale

I percorsi di sviluppo e formazione proposti dalle aziende seguono naturalmente i goal strategici dell’impresa, non possono essere sempre allineati ai nostri obiettivi personali di crescita, soprattutto come tempistiche. L’azienda è giustamente orientata alle performance e ha un suo disegno con cui possiamo confrontarci.
Dovremmo essere noi in prima persona ad attivarci ma spesso rimandiamo la scelta: “per allargare la visione c’è tempo”, “aspetto che passi la bufera”, ma quel momento a volte non arriva mai.

Uno slancio che deve venire da noi

Tra pandemia, fragilità sistemiche, precarietà, uno dei motivi per rimandare la propria formazione è la forte evoluzione che stiamo vivendo.
Eppure, è proprio in queste fasi di crisi, dove il mondo del lavoro si sta trasformando, che avremmo bisogno di evolvere e liberare energia positiva. E non possiamo aspettare che questo stimolo arrivi solo da altri. Siamo noi in prima persona responsabili del nostro sviluppo, siamo noi quelli che devono investire nella propria crescita perché si tratta del nostro bagaglio personale di esperienze. Siamo noi a dover trovare la chiave per sentirci più a nostro agio nel nostro ruolo e riconoscere quelle aree di miglioramento che danno valore aggiunto, a noi stessi e anche all’azienda in cui lavoriamo.

Una questione di piacere

A volte intendiamo lo sviluppo personale e la formazione quasi come qualcosa che interessa solo la sfera lavorativa. Invece lo sviluppo è fondamentale anche per recuperare elementi di piacere e gratificazione, superando l’incertezza e la solitudine di alcune giornate lavorative passando finalmente dal “Devo” al “Voglio”. Si tratta di recuperare il controllo interno della nostra vita e del futuro, uscendo dalla mera gestione del day by day.

Con quali strumenti?

Lo strumento ideale per portare avanti uno sviluppo personale di questo tipo è un percorso di formazione e coaching, magari anticipato da un programma di assessment o career consulting utile per fare una prima diagnosi della propria situazione e individuare la traiettoria da seguire.
I risultati sono tangibili e si possono raccogliere non solo nel lungo periodo ma da subito, attraverso un cambio di mentalità che ci aiuta già dal giorno dopo a migliorare la nostra efficacia e il grado di motivazione.
Per passare dal “devo” al “voglio”, dallo stress al piacere.

(Photo by Clay Banks on Unsplash)

Formazione

Equilibri nello sviluppo manageriale in modalità Agile

Quando si parla di formazione eLearning, spesso la nostra immaginazione va ancora ad un ambiente in cui acquisire conoscenze, applicarle in contesti strutturati, per sviluppare competenze tecniche.La domanda che rimane ancora aperta è: si può utilizzare la modalità...

Intelligenza Emotiva: moda o strumento utile?

C’è chi la considera solo un trend del momento e chi una scienza avanguardista che può offrire alle aziende un vero vantaggio competitivo. L’intelligenza emotiva è uno dei nuovi topic del mondo HR. Ne parliamo con Sergio Leonardi, associate partner Exeo certificato in...

Coaching

Che imprinting avrà il tuo nuovo team?

Nel 1935 l’etologo Konrad Lorenz spiegò al mondo il funzionamento dell’imprinting, ovvero quel singolare meccanismo in base al quale un essere vivente attiva delle forti dinamiche di apprendimento con la prima figura di riferimento che incontra dopo la sua nascita. Lo...

5 ragioni per fare coaching individuale

In un contesto di incertezza come quello che stiamo vivendo, tanti manager ci chiedono se non sia meglio aspettare “tempi migliori” e di maggiore calma per iniziare un percorso di coaching individuale.La verità è che proprio in un momento turbolento si ha la necessità...

E’ tempo di mettere l’agile a sistema

In una situazione di estrema incertezza come quella che stiamo vivendo, l’unica vera certezza è che la stragrande maggioranza delle aziende ha ormai intrapreso un percorso di agile transformation.L’alternanza ufficio e smart working è una realtà dalla quale non si...

Assessment